Consulenza per migranti 4.0

Consulenza di prossimità relativa al diritto del lavoro attraverso i social media e i mezzi di comunicazione digitali

Il progetto concepisce e implementa un modello di consulenza di prossimità e di informazione attraverso mezzi di comunicazione sociale in diverse lingue: bulgaro, polacco, rumeno, inglese, croato, italiano, spagnolo, greco e ungherese. Il progetto mira allo sviluppo di metodi di riferimento per comprendere come lavoratrici europee e lavoratori europei possano essere informati e consigliati nel miglior modo possibile attraverso il supporto di mezzi di comunicazione sociale.

MB4.0_Logo

Contatto:

Rossina Ferchichi
r.ferchichi@minor-kontor.de

Tempi di realizzazione:

01.04.2020 – 31.12.2022

Lingua: 

български | polski | românădeutsch | magyar | español | hrvatski | français | english | Ελληνικά

Alla luce del diritto di libera circolazione all’interno dello spazio europeo, i flussi migratori provenienti dai paesi europei evidenziano da oltre dieci anni uno dei trend maggiormente significativi nel quadro delle migrazioni in Germania. Il principale motivo alla base del fenomeno migratorio è la ricerca di un buon lavoro.

Numerose analisi condotte da Minor mostrano come i nuovi migranti ricorrano all’utilizzo di strumenti digitali e in modo particolare a mezzi di comunicazione sociale per il reperimento di prime informazioni e per lo scambio delle stesse. Spesso la ricerca informativa attraverso questi strumenti digitali rimane tuttavia, anche in presenza di significativi problemi di integrazione, limitata a informazioni superficiali, contradittorie se non addirittura fuorvianti.

Il progetto ha preso avvio in gennaio 2018 con lo scopo di sostenere ed accompagnare in maniera efficace lavoratori europei nel percorso di integrazione nel mercato del lavoro. Viene fornita, a titolo di modello, una consulenza ai migranti in quegli spazi digitali nei quali essi pongono le loro domande e allo stesso tempo vengono corrette le informazioni false che circolano. Un ruolo essenziale è giocato dall’approccio della consulenza di prossimità – assistere il gruppo target e rispondere alle sue esigenze direttamente nel luogo dove di solito questo si scambia esperienze relative all’orientamento e all’integrazione in Germania. Al contempo vengono testate e valutate diverse forme di consulenza che possano fungere da modello per l’informazione nei social media su questioni socio-occupazionali.

Il progetto si articola in sette aree:

  • Analisi e monitoraggio dei social media con focus sui dieci più consistenti gruppi immigratori provenienti dall’UE.
  • Attività di informazione e consulenza di prossimità sui social media utilizzati dai nuovi immigrati provenienti dall’UE, con relativa documentazione e garanzia di qualità.
  • Definizione di proposte informative innovative e multimediali.
  • Sviluppo di campagne informative nell’ambito dell’integrazione lavorativa di nuovi migranti europei.
  • Strutturazione di un consiglio di organizzazioni migranti ed esperti per il coordinamento di decisioni strategiche, di conoscenze e di pianificazioni del progetto.
  • Organizzazione regolare di eventi e incontri specialistici con partner strategici, che affrontano questioni di contenuto e di metodologia relative all’informazione e alla consulenza per gli immigrati dell’UE e che servano a promuovere la creazione di reti di contatti e coordinamento.
  • La definizione di linee guida e il trasferimento dei risultati del progetto sotto forma di pubblicazione, che verrà presentata nel corso dell’incontro scientifico finale.

L’Ufficio per la Parità di Trattamento dei Lavoratori dell’UE dell’Incaricata federale per la Migrazione, i Rifugiati e l’Integrazione ha il ruolo di sostenere gli immigrati dell’UE nell’esercizio dei loro diritti nel contesto della libera circolazione dei lavoratori in Germania. Quest’ufficio sostiene il progetto, gestito da Minor, MB 4.0 – Buon lavoro in Germania.

MB4.0 estende con la sua offerta l’ambito della consulenza rivolta a migranti provenienti dall’UE attraverso una consulenza di prossimità. Allo stesso modo “Fem.OS” offre consulenza a donne migranti provenienti da paesi extra-europei in dieci lingue, al fine di sostenere una migliore integrazione a livello individuale, sociale e lavorativo. In tal modo attraverso il finanziamento dell’Incaricata federale per l’Immigrazione, i Rifugiati e l’Integrazione viene fornita una prima ampia offerta informativa e di consulenza supervisionata dal punto di vista giuridico.

Focus della consulenza

Proposte informative

08/2018 - 12/2019

Arbeits- und Sozialrecht für EU-Zugewanderte

Multimediale Formate zu Rechten von EU-Arbeitnemenden in Herkunftssprachen

Eventi

06/03/2020

Aufbau von digitalen Präsenzen in Social Media

Einrichtung, Aufbau und Unterhaltung von digitalen Präsenzen in Social Media

2019 - 2020

Social Media Netzwerktreffen

Wie und worüber kommunizieren Neuzugewanderte in Deutschland auf Social Media

25/01/2019 - 27/01/2019

Workshop „Datenanalyse in den sozialen Medien“

Erfahrungsaustausch im Bezug von Datenauswertungen in sozialen Medien

11/06/2018

Aktuelles aus der Migrationsberatung 4.0

Kriterien und Netzwerkaufbau für die Beratung in den sozialen Medien

Pubblicazioni

05/2020

Corona-Krise in den sozialen Medien

Auswirkungen der Corona-Krise auf das Kommunikationsverhalten ausgewählter Communities im Rahmen des Projektes MB 4.0

05/2020

Auswirkungen der Corona-Krise für Betreuungskräfte aus Polen

Kommunikationsverhalten von polnischen 24-Stunden-Betreuungskräften

02/2020

Beratung für 24-Stunden-Betreuungskräfte aus Polen

Digitale Informationsarbeit für 24-Stunden-Betreuungskräfte aus Polen

12/2019

Beratungsrichtlinien

Allgemeine Qualitätsstandards für die Arbeit des Beratungsteams MB 4.0

Il progetto è finanziato dall’Ufficio per la Parità di Trattamento dei Lavoratori dell’Unione Europea dell’Incaricata  federale per l’Immigrazione, i Rifugiati e l’Integrazione.

Logo der Gleichbehandlungsstelle EU-Arbeitnehmer Logo der Beauftragten der Bundesregierung für Migration, Flüchtlinge und Integration